Chi siamo?

La mia foto
Roma/Milano, Italy
Siamo Alessandra e Michela, due (ex) studentesse universitarie che amano i trucchi, la moda e la cucina, soprattutto se si tratta di bio! Ci siamo conosciute due anni fa su un forum, e non solo non ci siamo più perse di vista, ma abbiamo deciso di aprire questo blog! Buona lettura! :)

Traduci

giovedì 7 febbraio 2013

L'angolo di Tathia: parliamo di hennè!

Ciao lunatiche!
Torna per il mese di febbraio la nostra rubrica in collaborazione con la fantastica Antonella del negozio Tathia Moda e Cosmesi. Come vi avevamo detto nel precedente post (qui se ve lo siete perso!) le abbiamo chiesto di collaborare con il nostro blog perché è un ragazza che sa quello che vende nel suo negozio e visto che quando abbiamo effettuato i nostri acquisti ci è stata veramente d'aiuto, le abbiamo chiesto di condividere i suoi "segreti" con tutte quante noi. Andate a visitare la sua pagina e il suo profilo Fb... da lì potrete vedere tutti i prodotti di beauty e make up, oltre all'abbigliamento e a tanti accessori originali.
Questa volta le abbiamo chiesto di svelarci tutto quello che sa sull'hennè!! Noi quando dobbiamo farlo le inviamo mille messaggi per chiederle dei consigli, con questo cercheremo di darvi le risposte alle domande più frequenti!
Buona lettura! :) 
Eccoci qui, parliamo di hennè ^_^
Io da quando l'ho scoperto me ne sono innamorata ♥ (mi sa che dico così di tutto il mondo bio… ma è vero) ^_^, è un modo tutto naturale di colorare e nutrire i capelli, questo perché l’hennè si lega alla cheratina del capello rendendo il fusto più spesso e più voluminoso.
Quando parliamo di hennè si parla di Lawsonia inermis che è una pianta le cui foglie contengono una molecola (il lawsone) che tinge di arancione/rosso. Le foglie dell’hennè vengono raccolte, fatte essiccare e poi polverizzate. L’ hennè quindi colora di rosso e in base alla provenienza può avere un rosso più acceso o più scuro.
Oltre l’hennè ci sono altre erbe tintorie:
- l’indingo, comunemente chiamato hennè nero, che tinge di blu, ma sul capello tinge di nero tranne sul capello bianco che diventerebbe blu.
- la cassia o hennè neutro che ha tutte le proprietà dell’hennè ma non colora. È usato per ravvivare i propri riflessi naturali e per nutrire e curare il capello.
L’hennè si può usare da solo o mischiandolo con  alte erbe (indingo o la cassia, katam, robbia, amla) per ottenere varie nuance dal rosso acceso, al castano chiaro o scuro.

Precisazione sui capelli bianchi:
l’unico che copre i capelli bianchi è l’hennè puro, cioè il lowsonia inermis che li colora di arancione. Per smorzare il colore arancione o se il rosso non piace, si può procedere a fare 2 "henneate": la prima con hennè per i bianchi, e la seconda con l’indingo per coprire il rosso. Se si usa solo indingo sui bianchi diventano blu. Oppure si può optare per un mix di hennè e indingo, o hennè e cassia, ma ricordate che i bianchi li copre solo l’hennè rosso.

Qualche consiglio quando acquistate l’hennè:
Quando acquistate hennè siate certe che sia hennè puro e che non contenga PICRAMMATO. Alcune aziende aggiungono il picramato di sodio per accentuare il colore rosso, ma è un prodotto chimico che non fa benissimo ai capelli e alla cute. Inoltre su capelli colorati o decolorati da poco tempo potrebbe fare una brutta reazione, cioè bruciare i capelli o addirittura farli virare verso un colore verdastro. Se non siete sicure del vostro hennè fate la prova "CAPELLI DELLA SPAZZOLA" , cioè: preparate il vostro hennè, prendete i vostri capelli che restano nella spazzola e mettetele nell'hennè, se non fuma o non fa reazioni strane allora andate tranquille. Ma occhio sempre all'inci.

Come si prepara?
IMPORTANTE: USARE SOLO RECIPIENTI DI PLASTICA LEGNO O VETRO .. NO METALLI!
L'hennè va fatto ossidare (cioè deve sprigionare la molecola tintoria) e quindi va preparato la sera prima facendo una pappina con acqua fredda o tiepida (in inverno) e aceto o limone, poi ricoperta con la pellicola e lasciato riposare tutta la notte.
cosa necessita di ossidazione?
- hennè OSSIDAZIONE
- Cassia OSSIDAZIONE/O NON OSSIDAZIONE in base all'uso
- Indingo NO OSSIDAZIONE (nella preparazione va aggiunto un po' di bicarbonato)
- Katam NO OSSIDAZIONE
- Robbia NO OSSIDAZIONE

Se ad esempio volete fare un mix di hennè ed indingo, o hennè e robbia, la sera prima preparate l’hennè che necessita di ossidazione, e l’indomani preparate l’indingo o la robbia (solo con acqua calda e nell’indingo mezzo cucchiaino di bicarbonato) e poi mischiate il composto all’hennè.

Come applicare l’hennè:

applicare l'hennè su capello pulito, e asciutto, ma senza che abbiate messo balsamo o oli che filmano il capello. Potete decidere se lavare a asciugare i capelli prima di fare l’hennè oppure lavarli la sera prima.
Dopo aver applicato l’hennè sui capelli, avvolgeteli nella pellicola trasparente e lasciate in posa almeno 3 ore.
Passate le 3 ore risciacquare con acqua (no shampoo) e se sentite la necessità mettete un po' di balsamo.
Il colore continuerà ad ossidare in testa nei giorni successivi, quindi il colore vero e proprio lo vedrete dopo 3 giorni ;)

Che mix posso fare con l’hennè e le altre erbe?
Potete provare e sperimentare tutti i mix che volete per raggiungere il vostro colore preferito, ricordiamoci che IL COLORE DI PARTENZA GIOCA UN RUOLO IMPORTANTE SUL RISULTATO FINALE. Non essendo delle tinte non si può pretendere dall’hennè e dalle erbette di avere un biondo chiaro dal castano scuro o da un nero. È un modo di colorare i capelli molto naturale e l’effetto che da è molto naturale ;)
Ecco qualche mix-guida di hennè (grazie Janas ^_^ ) :
Castano medio: 50% hennè 50% indigo
Castano Scuro: 30% Hennè 70 % Indigo
Castano Chiaro: 60% Hennè 40%Indigo
Biondo Miele: 60% Cassia 20% Nagar 20% hennè alle Erbe o Hennè caldo
Rosso Rame: Hennè caldo (si aggiunge Cassia per renderlo ancora più caldo)
Rosso Mogano: Hennè Freddo (si aggiunge indigo se la base è castano chiaro/biondo)
Nero: 100% Indigo
Considerazioni personali:
ho iniziato a usare l’hennè da settembre 2012 per coprire gli odiosi capelli bianchi. Con mia grandissima soddisfazione li ha coperti benissimo e sembra che abbia delle naturalissime meches. Ho continuato a fare l’hennè e a provare vari mix per raggiungere un colore castano ramato: i capelli sono più forti, crescono più in fretta e sono anche più voluminosi. Ho detto addio alle tinte chimiche ^_^
Non tutti gli hennè sono uguali,  ci sono hennè di scarsa qualità, sabbiosi e che tingono poco. Io mi sono trovata benissimo con le erbette di Janas, ottimo hennè: non sabbioso, non cola, e tinge benissimo. 
E mi raccomando non lesinate con le quantità!!!! ;) 

Anche io e Michela ultimamente abbiamo provato le erbette di Janas e se volete leggere le nostre disavventure con l'henne cliccate qui! ;) 
Aspettiamo i vostri commenti e le vostre opinioni sull'hennè! Avete combinato anche voi qualche disastro? Volete provarlo ma non sapete da dove cominciare? Fatecelo sapere! ;) 

19 commenti:

  1. ottimo post....non sapevo coprisse così bene i capelli bianchi..(scusate la mia ignoranza..)lo consiglierò alla mia mamma che non può usare prodotti chimici
    bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se non può usare i prodotti chimici,allora l'henne è una buona opzione

      Elimina
  2. Grazie mille per le ottime dritte che avete dato in questo post! ;)

    RispondiElimina
  3. Qual è la differenza tra hennè caldo e freddo? Ho già stressato anch'io Tathia con mille domande sull'hennè! :) ma visto che ci siamo...!

    RispondiElimina
  4. Qual è la differenza tra hennè caldo e freddo? Ho già stressato anch'io Tathia con mille domande sull'hennè! :) ma visto che ci siamo...!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è una differenza di tonalità che varia in base al luogo di provenienza dell'hennè. l'hennè caldo vira verso il ramato, quello freddo verso il color ciliegia. naturalmente varie sempre in base al colore di partenza ^_^
      ;)

      Elimina
  5. Qual è la differenza tra hennè caldo e freddo? Ho già stressato anch'io Tathia con mille domande sull'hennè! :) ma visto che ci siamo...!

    RispondiElimina
  6. purtroppo sull'hennè biondo ho sentito pareri contrastanti che mi hanno sempre portato ad evitare di acquistarlo....quello neutro invece l'ho usato varie volte ed è un vero toccasana per i miei capelli....bacii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quello neutro l'ho provato anche io, la cassia e se non fosse per il forte odore di cavolfiore che ti resta nei capelli per giorni lo farei con più voglia, però l'effetto che ti da è bellissimo.

      Elimina
    2. ciao Francesca, l'hennè biondo non esiste. nel senso che, quando si vede hennè biondo, hennè castano ecc ecc, sono mix di erbe (hennè, indingo, cassia, curcuma ecc ecc). spesso nei mix non sappiamo in che percentuale siano presenti le varie erbette e quindi magari ci si aspetta un risultato che invece non c'è.
      l'hennè puro è solo il lawsonia che tinge di rosso.
      inoltre tantissimo fa la qualità dell'hennè.
      scusa se ti chiedo, ma che pareri hai sentito? perchè sei titubante?

      per la cassia hai perfettamente ragione, è un toccasana per i capelli. ha tutte le proprietà dell'hennè ma non colora ^_^

      Elimina
    3. ciao Francesca, l'hennè biondo non esiste. nel senso che, quando si vede hennè biondo, hennè castano ecc ecc, sono mix di erbe (hennè, indingo, cassia, curcuma ecc ecc). spesso nei mix non sappiamo in che percentuale siano presenti le varie erbette e quindi magari ci si aspetta un risultato che invece non c'è.
      l'hennè puro è solo il lawsonia che tinge di rosso.
      inoltre tantissimo fa la qualità dell'hennè.
      scusa se ti chiedo, ma che pareri hai sentito? perchè sei titubante?

      per la cassia hai perfettamente ragione, è un toccasana per i capelli. ha tutte le proprietà dell'hennè ma non colora

      Elimina
  7. io faccio l'indigo da diversi mesi ma non sapevo si mettesse il bicarbonato,mi date qualche informazione in più? tipo: quando va aggiunto,in che quantità per 100 gr,perchè si mette,che effetto da...grazie mille. Post molto utile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io bicarbonato o il sale si mette per rendere il ph basico e per far prendere meglio il colore. su 100g mezzo cucchiaino di bicarbonato o sale ;)

      Elimina
  8. Un post molto interessante è utile! :)
    Mi sono sempre piaciuti i capelli rossi e non sono invece molto ansiosa di fare la tinta (temo il momento in cui dovrò obbligatoriamente mettere quella roba chimica sulla mia testa >-<) e l'henné mi sembra un buon compromesso ^^

    RispondiElimina
  9. io utilizzo l'indigo per scurire i capelli e lo trovo ottimo, ormai ho detto addio alle tinte chimiche da anni, ti lascio il link se vuoi dare un'occhiata!

    http://spignattoereview.blogspot.it/2013/09/come-fare-lhenne-nero.html

    RispondiElimina
  10. Ciao ..io ho non ho avuto una buona esperienza perche nonostante ho comprato sempre miscele di henne castano chiaro e castano scuro senza picramato ... Mi SN sempre ritrovata i capelli ramati!!! Come smorzare questo effetto? SN tornata alle tinte chimiche Perche' l henne non mi soddisfa proprio per qst motivo ..anzi adesso voglio farmi lo shatush ... Ma prima sto cercando di togliere il rosso dell henne' .. Sto facendo impacchi con il limone... Qualche altro consiglio?

    RispondiElimina
  11. Io ho fatto un guaio. Mi sono ritrovata con la testa e le radici rosso carota. Volevo coprire i capelli bianchi e ottenere 7n castano cioccolato o chiaro al massimo con dei riflessi ramati ma non questo scempio. Mi aiutate con le percentuali?grazie

    RispondiElimina
  12. Io ho fatto un guaio. Mi sono ritrovata con la testa e le radici rosso carota. Volevo coprire i capelli bianchi e ottenere 7n castano cioccolato o chiaro al massimo con dei riflessi ramati ma non questo scempio. Mi aiutate con le percentuali?grazie

    RispondiElimina

Leggiamo e rispondiamo a tutti i vostri commenti... per cui fatevi avanti! :)